seguici su facebook link | twitter link | instagram link | Professionelle Stadtführungen in Aosta und im Aostatal
bard-mostra_matisse

Henri Matisse colora l’estate espositiva del Forte di Bard

Henri Matisse: sulla scena dell’arte

 
Dal 07 luglio 2018 al 14 ottobre 2018 le cannoniere dell’Opera Carlo Alberto al Forte di Bard ospitano un’importante mostra dedicata ad un grande dell’arte: Henri Matisse.
La mostra Henri Matisse. Sulla scena dell’arte curata da Markus Müller presenta e sviluppa una tematica centrale all’interno della vasta vita artistica di Henri Matisse: il rapporto con il teatro e la produzione di opere legate alla drammaturgia.
 
L’esposizione propone oltre 90 opere realizzate nell’arco di 35 anni, a partire dal 1919 fino al 1954, anno di morte del pittore. Questo periodo della vita di Matisse è definita la période Nicoise in quanto dal 1917 Matisse scelse proprio Nizza come luogo principale della sua creazione artistica.
Le opere, costituite da tele, disegni, sculture e opere grafiche provengono principalmente dal Kunstmuseum Pablo Picasso di Münster, ovvero dalla più ampia raccolta di opere di Matisse in Germania. Oltre al museo di Münster, figurano tra i prestatori il Musée Matisse di Nizza, i Ballets di Monte-Carlo e gli stessi eredi di Matisse.
 
Markus Müller, direttore del Kunstmuseum Pablo Picasso di Münster, curatore della mostra ha realizzato un percorso suddiviso in quattro grandi sezioni.
 

Le sezioni

 

Costumi di scena. Dalla composizione immobile al “tableau vivant”

 
Matisse nel 1919 ottiene l’incarico di concepire i costumi e le scenografie per il balletto “Il canto dell’usignolo”. Per la prima volta nella sua vita l’artista deve realizzare apparati scenografici, cioè creare una sorta di ‘pittura in movimento’. Matisse accetta questo incarico in cui darà prova di aver assimilato anche l’influsso dell’arte orientale, visto che la pièce si svolge alla corte dell’Imperatore della Cina. Nel 1939 Matisse rinnova questa esperienza, preparando le scenografie del balletto “Rouge et Noir.”
 

L’artista come drammaturgo. Matisse e le sue modelle.

 
Matisse per lavorare ha bisogno della presenza fisica di un modello ed inizia una collezione di abiti per le sue modelle e si interessa alla “alta moda”. Si instaura così un’interazione tra l’artista e le sue modelle, Matisse parla delle sue modelle come “attrici” della sua arte.
Nel 1939 Matisse affermava: “i miei modelli, esseri umani, non sono mai solo un elemento secondario in un ambiente. Sono il tema principale del mio lavoro. Dipendo interamente dal mio modello”.
Una selezione di opere illustra il rapporto tra l’artista e i suoi modelli, in particolare con la sua assistente Lydia Delectorskaya, che ricoprirà un ruolo centrale sino alla sua morte, nel novembre 1954.
 

Le odalische. Viaggi immaginari

L’interesse di Matisse per il decorativismo di stampo arabeggiante e orientalista fa si che il tema delle odalische rappresenta per l’artista la sintesi ideale tra la rappresentazione della donna e il proliferare dell’ornamento vegetale o geometrico.
Dai suoi viaggi in Algeria e Marocco nascono le sue collezioni di tappeti, abiti, oggetti di arte orafa di cui sarà esposta una selezione.
 

Jazz. L’artista e il suo pubblico

All’inizio degli anni Quaranta Matisse sviluppa una tecnica particolare denominate papiers décupés, carte ritagliate, sintesi perfetta, secondo Matisse, tra colore e precisione della linea.
In questo periodo nasce il suo capolavoro ovvero “Jazz”, una serie di 40 opere realizzate con questa tecnica. I temi di queste opere sono il circo e i suoi attori, la mitologia e le memorie dei suoi viaggi. Con uno stile fatto di colori dissonanti.
 

Henri Cartier-Bresson: Landscapes

 
Dal 17 giugno al 21 ottobre 2018 la mostra Landscapes realizzata in collaborazione con Magnum Photos International e Fondation Henri Cartier-Bresson di Parigi, presenta 105 immagini in bianco e nero scattate tra gli anni Trenta e gli anni Novanta fra Europa, Asia e America.
Henri Cartier-Bresson, co-fondatore dell’agenzia Magnum nel 1947 e uno dei più celegbri fotografi del Novecento è celebrato in questa mostra concentrandosi soprattutto dei suoi scatti paesaggistici.
 

Mostra Henri Matisse sulla scena dell’arte

 
Tariffe
Intero: 9 euro
Ridotto: 7 euro
Ragazzi: 5,00 euro
 
Cumulativo con la mostra Henri Cartier-Bresson: Landscapes
Intero: 14,00 euro
Ridotto: 12,00 euro
Ridotto scuole: 10,00 euro
 
Mostra Henri Cartier-Bresson: Landscapes
Opera Carlo Alberto – dal 17 giugno 2018
Intero: 8,00 €
Ridotto (6-18 e over 65): 7,00 €
Ragazzi: 5,00 €
 
Cumulativo con la mostra Henri Matisse: sulla scena dell’Arte
Intero: 14,00 euro
Ridotto: 12,00 euro
Ridotto scuole: 10,00 euro
 
Orari
 
Da martedì a venerdi: dalle 10.00 alle 18.00
sabato, domenica e festivi: dalle 10.00 alle 19.00
Gli spazi espositivi aprono alle 10.00

Chiuso il lunedi
 
Qui gli orari e le tariffe del Forte di Bard
 
Contattami per una visita guidata