seguici su facebook link | twitter link | instagram link | G+ link | Professionelle Stadtführungen in Aosta und im Aostatal
strada_romana_delle_gallie

Strada Romana delle Gallie

La Via Francigena nel Medieovo

 
La Strada Romana delle Gallie fu costruita dai Romani nel I secolo a. C ed era un’importante infrastruttura che attraversava tutta la Valle d’Aosta e collegava Eporedia (Ivrea) ad Augusta Praetoria (Aosta). Da Aosta la strada prendeva due direzioni: verso il Colle del Piccolo San Bernardo (direzione Gallie ovvero l’attuale Francia) e il Colle del Gran San Bernardo (direzione Svizzera).
 
La Strada Romana delle Gallie oggi è riconoscibile in alcuni tratti come a Bard, Montjovet, Arvier e Avise ed ha lasciato imponenti vestigia come il ponte romano di Pont Saint Martin, l’Arco di Donnas o Pierre Taillée ad Avise.
 
All’epoca lungo il suo percorso si trovavano alcune mansio ovvero luoghi di sosta per i viaggiatori collocati in luoghi strategici lungo l’itinerario come sulla cima dei due colli oppure a Saint Vincent, dove la mansio era provvista anche di un impianto termale! Nel corso dei secoli la Via delle Gallie fu frequentata da Re, Imperatori, Papi, commercianti, soldati e usata fino alla fine del XIX secolo. Durante il Medioevo la strada era frequentata anche da numerosi pellegrini, in quanto costituiva un tratto della Via Francigena.
 
La visita della Strada Romana delle Gallie è particolarmente adatta per le scuole primarie per le quali sono stati studiati dei laboratori didattici
 
Prenota la visita guidata
 

APPROFONDIMENTI

> Percorsi e laboratori didattici ideati per le scuole

 

Da visitare: