giardino botanico alpino saussurea - Skyway Monte BIanco

Giardino Botanico Alpino Saussurea, il giardino più alto d’Europa

Il giardino botanico alpino Saussurea al cospetto del Monte Bianco è uno dei più bei giardini alpini oltre che una delle principali attrazioni di Skyway Monte Bianco.
Se vi chiedete infatti salendo con Skyway Monte Bianco cosa fare, leggete questo articolo sul giardino che guarda il Monte Bianco.

Storia del giardino botanico alpino Saussurea

Situato a Courmayeur a 2175 m sopra a un promontorio glaciale che fa parte del massiccio del Monte Bianco: il Mont Fréty. Il Giardino Saussurea deve il nome alla Saussurea alpina pianta rara dei pascoli pietrosi che a sua volta prende il nome da Horace Bénédict de Saussure, promotore della prima ascensione al Monte Bianco avvenuta ne 1786.

Il Giardino nato nel 1984 è stato fortemente voluto dal dott. Laurent Ferretti, appassionato di flora alpina e ideatore della “Fondazione Donzelli, Gilberti e Ferretti”, oggi Fondazione Saussurea che gestisce il Giardino.

Cosa vedere a Saussurea

Il giardino alpino Saussurea si sviluppa su 7000 mq e conta 900 specie vegetali provenienti non solo dalle Alpi ma dal mondo intero.
Superato uno chalet che accoglie i visitatori, ci si inoltra tra le specie valdostane tra cui si riconoscono facilmente le stelle alpine, le artemisie e i gigli martagone. Si prosegue poi tra la flora delle Alpi occidentali e quella delle Alpi orientali e si raggiungono infine le specie esotiche con le piante del Nord-America, della Spagna e dell’Eurasia.
Inoltre due zone sono state dedicate alla coltivazione delle piante officinali come la valeriana e la malva.
Ogni pianta è identificata da un cartellino con il nome scientifico e volgare, specificando la famiglia di appartenenza: giallo per le specie italiane, rosso per le specie officinali, un teschio se velenose o tossiche, bianco le piante esotiche.
Il giardino alpino del Pavillon rappresenta inoltre i vari ambienti naturali come il pascolo alpino, gli ambienti umidi e il macereto, ed infine al rododendro-vaccinieto, le cui specie tipiche sono il rododendro e il mirtillo.
Dal 2019 il giardino è stato reso accessibile ai turisti con disabilità realizzando delle rampe che consentono di fruirne almeno in parte anche da i si muove in carrozzina.

Come raggiungere Saussurea

Il Giardino Alpino Saussurea si trova a Courmayeur, località Pavillon du Mont Fréty, alla prima stazione delle funivie Skyway Monte Bianco.
Le cabine rotanti della Skyway Monte Bianco, vi porteranno alla prima stazione, Pavillon du Mont Fréty, dove si trova Saussurrea, per poi raggiungere i 3466 metri della terrazza panoramica di Punta Helbronner.

La visita del giardino è l’occasione per vivere l’esperienza delle nuove funivie del Monte Bianco che in pochi vi porteranno al cospetto del Monte Bianco da dove potrete ammirare un panorama unico sulle Alpi.

I visitatori più audaci possono raggiungere il giardino anche a piedi, attraverso un sentiero di circa 2,5 km che parte poco lontano dalla stazione di partenza di Skyway.

Giardino botanico alpino Saussurea

Giardino botanico alpino Saussurea


 

Giardino Alpino Saussurea: orari e prezzi

Il giardino botanico alpino Saussurea è aperto nel periodo estivo dalle ore 9 alle ore 17.

L’ingresso al giardino è a pagamento

Per tutti i possessori del biglietto di Skyway Monte Bianco l’ingresso al giardino è gratuito su presentazione del biglietto.

Orari e prezzi del Giardino botanico alpino Saussurea

I Giardini botanici alpini della Valle d’Aosta

Il periodo migliore per godere delle fioriture in montagna? Sicuramente l’estate, nei mesi tra maggio e luglio.
Le escursioni spesso però sono lunghe e impegnative, ma per gli appassionati dei fiori di montagna è possibile visitare i giardini botanici alpini della Valle d’Aosta.
In questa piccola regione ve ne sono quattro, tutti interessanti e bellissimi.

Giardino Botanico Alpino Paradisia

In Valnontey, a Cogne, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso si trova Paradisia. Fondato nel 1955 a 1700 m di altitudine deve il nome ad un fiore il Paradisia liliastrum, il giglio di monte dai delicati fiori bianchi.
Il giardino ospita circa 1000 specie di piante e fiori provenienti dalle Alpi e dagli Appennini, oltre che altri esemplari provenienti dal resto del mondo. Il giardino presenta inoltre delle ricostruzioni di ambienti montani come morene, zone calcaree o zone umide.

Il giardino delle farfalle è un itinerario, nella parte alta del giardino, dedicato a questi insetti che svolgono un ruolo molto importante come impollinatori della flora di montagna non solo nei giardini botanici alpini in Valle d’Aosta.

Orari e prezzi del Giardino botanico alpino Paradisia

Giardino Botanico Alpino Chanousia

Ai 2188 m di altitudine del Colle del Piccolo San Bernardo, sul confine tra Italia e Francia, si trova il giardino botanico alpino di Chanousia. Fondato nell’Ottocento dall’abate valdostano Chanoux, venne distrutto durante la seconda guerra mondiale, per poi essere ricostruito alla fine degli anni Settanta. Il giardino è aperto da metà luglio a metà settembre e accoglie esemplari di flora alpina.

Se si volge lo sguardo negli immediati dintorni si coglie subito la valenza storica di questo luogo: la presenza dei ruderi si una mansio romana o il cerchio di pietre conficcate nel terreno risalente all’epoca preistorica testimoniano come questo luogo sia stato frequentato già in tempi antichissimi.
In alcune zone del giardino sono stati ricreati alcuni ambienti alpini come la torbiera, la morena e gli ambienti umidi.

Orari e prezzi del Giardino botanico alpino Chanousia

Giardino Botanico Alpino di Castel Savoia

Ai piedi del Castel Savoia, residenza estiva della Regina Margherita di Savoia, si trova un giardino alpino che si sviluppa per circa 1000 mq si differenzia dagli altri giardini in Valle d’Aosta per avere un impianto puramente estetico. Realizzato nel 1990 dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta si tratta di uno dei più scenografici giardini botanici alpini in Valle d’Aosta e ospita piante con fioriture rigogliose e pertanto molto appariscenti come i rododendri.
Il giardino, a ingresso gratuito, segue gli orari di apertura del Castello e raggiunge il periodo di massima fioritura tra luglio e agosto.

Giardino botanico alpino di Castel Savoia

Giardino botanico alpino di Castel Savoia


 

Cosa vedere in Valle d’Aosta oltre ai giardini botanici alpini

La visita ai giardini botanici in Valle d’Aosta può essere abbinata alla visita delle località della regione come Cogne, Courmayeur oppure Gressoney Saint Jean.

Fatevi accompagnare da una guida turistica per scoprire il magnifico Castel Savoia oppure per vivere l’esperienza delle nuovissime funivie Skyway Monte Bianco.

Contattatemi per prenotare la vostra visita guidata in Valle d’Aosta