seguici su facebook link | twitter link | instagram link | Professionelle Stadtführungen in Aosta und im Aostatal
colle-del-gran-san-bernardo

Il Colle del Gran San Bernardo

Una meta estiva tra Italia e Svizzera

 
La visita del Colle del Gran San Bernardo è una meta perfetta per il periodo estivo, quando il colle situato a 2473 m di altitudine è transitabile e consente il collegamento tra la Valle d’Aosta e il cantone svizzero del Vallese.
 
La Valle del Gran San Bernardo è una delle più ricche di storia, da sempre luogo di collegamento tra due regioni montane, il colle del Gran San Bernardo venne già “colonizzato” dai Romani.
Nel 1045 San Bernardo costruì sul colle un Ospizio gestito da una congregazione di canonici regolari per dare ospitalità ai numerosi viaggiatori, tra i quali i pellegrini che percorrevano la Via Francigena. L’ospizio è affacciato su un lago dominato dalla statua del santo.
In estate sono inoltre visitabili la chiesa col museo del tesoro e l’allevamento di cani San Bernardo.
 
Ridiscendendo dal colle è possibile degustare il pregiato Jambon de Bosses DOP, prodotto a Saint-Rhémy en Bosses ed uno delle quattro DOP valdostane. Assolutamente da non perdere Étroubles, pittoresco borgo divenuto museo a cielo aperto, una galleria d’arte permanente con le opere di artisti di fama internazionale.
La Valle del Gran San Bernardo in inverno si anima inoltre col coloratissimo carnevale che vede protagoniste le Landzette.
 
All’escursione al Colle del Gran San Bernardo è possibile abbinare la visita al Centro Visitatori Fontina di Valpelline dove approfondire i processi di produzione della fontina e visitare il magazzino di stagionatura.
 
Contattami per una visita guidata
 

LEGGI ANCHE

> Il Colle del Gran San Bernardo, tra storia e spiritualità
> Il Carnevale della Coumba Freida