seguici su facebook link | twitter link | instagram link | Professionelle Stadtführungen in Aosta und im Aostatal
artigianato-in-valle_daosta

Artigianato in Valle d’Aosta, una tradizione millenaria

L’artigianato in Valle d’Aosta costituisce un’importante realtà legata al territorio da cui trae non solo i materiali, legno e pietra su tutti, ma anche ispirazione.
Una produzione artigianale molto diversificata che raggiunge anche punte artistiche di eccellenza.
 

 

Artigianato e materiali usati

Un tempo la produzione artigianale era un’attività invernale, quando l’attività agricola era molto ridotta e gli uomini si riunivano intorno al focolare per chiacchierare e produrre oggetti agricoli e oggetti di uso quotidiano o giocattoli, mentre le donne tessevano e cucivano abiti ed i bambini giocavano.
Il legno era il materiale principe con cui si facevano rastrelli, gerle, scodelle, giocattoli, calzature, campanacci per le capre molto altro. Spesso questi oggetti erano abbelliti con intagli geometrici e con colori.
 
La pietra era invece usata per fare stufe, mortai o pentole. Si usava la pietra ollare, una pietra morbida diffusa soprattutto nella Valtournenche e in Val d’Ayas che opportunamente tornita consentiva di realizzare oggetti robusti e resistenti al calore.
Recentemente altri materiali sono entrati nella scena dell’artigianato valdostano come il rame, il ferro battuto, la ceramica….
 
Se una volta la produzione artigianale era volta a produrre oggetti di uso agricolo o quotidiano, oggi si realizzano delle vere e proprie opere d’arte con sculture e bassorilievi che raffigurano solitamente momenti di vita agricola e montanara. Accanto a queste grandi opere si trovano anche galletti, grolle, coppe dell’amicizia e fiori di legno.
Molti gli artigiani che usano anche materiale di minor pregio come le cortecce degli alberi o le pigne.
 
artigianato_in_valle_daosta
 

Fiere dell’artigianato Valle d’Aosta

Per chi volesse ammirare il meglio della produzione artigianale valdostana consiglio la visita della Fiera di Sant’Orso di Aosta che si svolge ogni anno il 30 e 31 gennaio. Se non potete in quelle due giornate, nessun problema, perché due domeniche prima si svolge nel borgo medievale d Donnas la Fiera del legno, una sorta di anteprima della grande Foire aostana.
 
Vi è inoltre un’edizione estiva con la Foire d’été che si svolge primo sabato di agosto ad Aosta ed è nata con lo scopo di far conoscere l’artigianato locale ai numerosi turisti che trascorrono le loro vacanze in Valle d’Aosta.
 
Tutto l’anno poi l’Artisanà, Istituto Valdostano per Artigianato Tipico, offre nei quattro punti vendita situati ad Aosta, Courmayeur, Champoluc e Cogne la possibilità di acquistare il meglio della produzione artigianale in comodi negozi.
A Fénis, a due passi dal celebre castello, è inoltre visitabile il Museo dell’Artigianato Valdostano che espone oltre 800 pezzi di artigianato locale.
 
_artigianato-in_valle_daosta-
 

Souvenir tipici della Valle d’Aosta

Tra gli oggetti più noti dell’artigianato della Valle d’Aosta vi è sicuramente la grolla, una sorta di calice ricavato da un pezzo di legno pregiato. Questa però non va confusa con la coppa dell’amicizia, un’elaborazione della classica ciotola di legno munita di beccucci che viene usata per consumare il tradizionale “caffè alla valdostana”. La coppa dell’amicizia è il simbolo della convivialità e si beve rigorosamente “à la ronde”.
 
Se cercate dei prodotti più particolari e portare a casa dei veri e propri capolavori artigianali potete rivolgervi alle cooperative presenti sul territorio.
Nella Valgrisenche da secoli si tramanda l’arte di lavorare artigianalmente la lana grezza di pecora, i drap con cui si producono sciarpe, coperte, borse… oggi questa antica tradizione è mantenuta viva grazie alla Cooperativa “Les Tisserands.
A Gressoney-Saint-Jean la Cooperativa “D’Socka” realizza le tradizionali pantofole in panno dette Sock, mentre a Champorcher la piccola cooperativa femminile “Lou Dzeut” usando dei vecchi telai manuali in legno fila e tesse la tela di canapa.
 
La Cooperativa Li Tsacolé di Ayas realizza a mano i tradizionali “sabots”, veri e propri capolavori artigianali nati dalle abili mani i sabotier. Infine all’interno della Maison de Pitz si trova la Cooperativa Les Dentellières de Cogne, dove abili merlettaie portano avanti la tradizione della lavorazione del pizzo a tombolo.
 
artigianato-in-valle-daosta -artigianato-in-valle-daosta-
 
Fatevi accompagnare da una guida turistica della Valle d’Aosta alla scoperta della Città di Aosta durante le giornate di Fiera oppure delle tradizioni artigiane della Valle d’Aosta per conoscere appieno questo territorio straordinario.
 
Prenota la visita guidata
 

LEGGI ANCHE

> La Fiera di Sant’Orso ad Aosta